Fondo Sure, il primo rapporto della Ue: “Ha fatto risparmiare all’Italia 2,8 miliardi di interessi e aiutato il 34% della forza lavoro”

Bruxelles calcola che Sure abbia sostenuto nel 2020 tra i 25 e i 30 milioni di lavoratori tra dipendenti e autonomi e fino a 2,5 milioni di imprese. Grazie ai finanziamenti del programma Sure, di cui il principale beneficiario, l’Italia ha risparmiato finora 2,835 miliardi di interessi sui 21 miliardi ricevuti fino al 2 febbraio scorso. Bruxelles sottolinea che i prestiti usati per finanziare schemi come la cassa integrazione e i bonus per gli autonomi hanno finora sostenuto il 34% della forza lavoro del Paese: 8,6 mln di lavoratori, tra cui 7 milioni di dipendenti e 1,5 milioni di autonomi. “In attesa del lancio dello strumento per il recupero e la resilienza, Sure offre un esempio incoraggiante di ciò che la solidarietà europea può offrire ai nostri cittadini”, ha detto il commissario Ue per l’Economia, Paolo Gentiloni. Nel complesso, Bruxelles calcola che Sure abbia sostenuto nel 2020 tra i 25 e i 30 milioni di lavoratori tra dipendenti e autonomi e fino a 2,5 milioni di imprese nei 18 Paesi beneficiari. Positivo anche il bilancio delle prime quattro emissioni di obbligazioni Sure: da ottobre 2020 a gennaio 2021, l’Ue ha raccolto in tutto 53,5 miliardi di euro, con un risparmio totale per gli Stati membri – rispetto ai tassi di mercato – di circa 5,8 miliardi di euro in termini di interessi. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.


Leggi l’articolo completo

Lascia un commento