La fuoriuscita dall’Europa del Regno Unito determiner una nuova distribuzione delle quote di cattura gestita a livello mondiale all’Iccat, la Commissione mondiale per la pesca dei grandi pelagici che fissa ogni anno i quantitativi distribuendoli tra Unione Europea e Paesi extra Ue, tra cui da ora in poi appunto ci sar anche il Regno Unito. In vista della riunione del Consiglio dei ministri Ue, in programma il 22 e il 23 marzo e che affronter il problema. Londra entra nel mercato del tonno Per i pescatori britannici oggi la pesca del tonno consentita solo come cattura accidentale che finisce nella quota europea indivisa con altri Paesi, perch il Paese non avendo alcuna tradizione non ha mai avuto assegnate quote dirette di cattura. Fedagripesca si augura che il ministro Patuanelli sia pronto a dare battaglia a Bruxelles per respingere questa proposta. Del tonno, puntando sulla qualit sia del prodotto fresco che del trasformato. Progetto che prevede la riapertura e l’implementazione delle strutture per l’ingrasso, con impianti dislocati tra Sicilia, Sardegna e Campania. Si tratta di creare una sorta di rotta del tonno, che va da Carloforte, passando per Cetara e Mariana di Camerota, i poli di eccellenza di questa produzione, per un business da 100 milioni di euro.


Leggi l’articolo completo

Lascia un commento