Covid, i colori delle regioni: ecco le nuove ordinanze firmate da Speranza. Cosa cambia da lunedì 22 marzo. Liguria prolunga DaD [VIDEO]

Non si attenua l’emergenza Covid-19 in Italia e dopo i nuovi dati dell’Iss arrivano i cambi di colore con le ordinanze del ministero della Salute. In questa zona, l’attività dei servizi educativi per l’infanzia, delle scuole dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione continua a svolgersi integralmente in presenza. Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica, in modo che almeno al 50 per cento e fino a un massimo del 75 per cento degli studenti sia garantita l’attività didattica in presenza. Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata. I Presidenti delle Regioni potranno disporre la sospensione dell’attività scolastica e degli asili nido:- nelle aree in cui abbiano adottato misure più stringenti per via della gravità delle varianti;- nelle zone in cui vi siano più di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell’arco di 7 giorni;- nel caso di una eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico. Inoltre, le attività scolastiche e didattiche delle scuole di ogni ordine e grado si svolgono esclusivamente con modalità a distanza. La situazione dettagliata per le scuole in ogni regione.


Leggi l’articolo completo

Lascia un commento